Powered by Blogger.

Lalage, la leggera


Lalage la leggera. la città in cui la luna giocava.

Kublai racconta che in sogno gli è apparsa una città, in
lontananza, "con guglie sottili, slanciate in modo che la Luna possa posarsi
ora sull'una ora sull'altra" come se vi giocasse.
Quella città, gli dice Marco Polo, esiste:
è Lalage.
Un nome che pare di sapore quasi infantile,
lallato, un suono fluido come liquido chiaro che scorre.

"Questi inviti alla sosta nel cielo notturno i suoi abitanti disposero
perché la luna conceda a ogni cosa nella città di crescere e ricrescere senza fine"
Ed è la Luna, da sempre legata al mondo femminile e
ai suo cicli e al parto stesso, simbolo di una fertilità, leggera e istintiva.

"C' è una cosa che non sai, - aggiunse il Kan. – Riconoscente la Luna ha dato
alla città di Lalage un privilegio più raro: crescere in leggerezza."

You May Also Like

0 commenti

Grazie per le vostre parole
(Ho momentaneamente chiuso i commenti agli anonimi per un problemone di spam!)
Scusatemi.